fbpx

Dopo aver incontrato il vero amore, il cuore sarà in trappola per sempre…

22 Giu, 2022

Love Stories Written by: Scrittrice
Artist : Teodora Dimitrova
Estimated Reading Time: 7 minutes

Esiste solo una cosa al mondo che non può essere cambiata. Nonostante ciò le persone provano e si affannano perché questo sia possibile. Tutti quanti sono convinti di avere il pieno controllo sule proprie vite e di essere in grado che tutto vada come desiderano. Nessuno, però, è in grado di cambiare i sentimenti. Dopo aver incontrato il vero amore, il cuore sarà in trappola per sempre. Non esistono vie di fuga, non esistono alternative. È giusto? No. Non c’è niente di giusto riguardante l’amore; né l’euforia dello stare insieme, né l’agonia dell’essere separati.

i suppone che sia lui

Pensavo a questo mentre passeggiavo mano nella mano con il mio ragazzo. Avevamo appena lasciato il ristorante in cui passammo una serata romantica. Io sorridevo, lui sorrideva. Eravamo felici.

O almeno avremo dovuto esserlo.

Di lui mi fidavo, era una persona per cui mi preoccupavo ma, nel profondo, sapevo che qualcosa non andasse per il verso giusto. Per tutta la sera, mentre lo guardavo negli occhi, non riuscivo a provare alcun sentimento, non riuscivo a vedere in lui quello giusto. Mentre la sua mano riscaldava la mia, capì che non volevo che con lui tutta la vita. Nonostante continuassi a ripetere a me stessa che lui fosse una persona speciale, durasse qualcuno realmente in grado di cambiare la mia vita, il mio cuore continuava a non lasciargli la sua porta aperta.

Per favore, sii quello giusto, continuavo a ripetermi ma, nel profondo, non riuscivo a convincermi.

Mi strinse più forte la mano, come se avesse capito che qualcosa non andasse. Sapeva che non l’avrei mai deluso. Nonostante tutto, durante la nostra relazione sarei sempre stata leale e fedele. E lo stesso avrebbe fatto lui.

Guardandolo negli occhi cercai di convincermi: lui è quello giusto, pensai, lo è davvero.

Chiunque ci passasse vicino sembrava guardarci. Era difficile captare i loro pensieri. Gelosi, forse, del nostro, apparente, “vero amore” oppure loro, da estranei, riuscivano a captare la tristezza nei miei occhi. La tristezza che non ti abbandona.

icordi del primo amore

La memoria mi riportò ad uno dei periodi più belli della mia vita. Ricordai lui, colui a cui diedi il mio cuore, colui che me lo ruppe, colui che non me l’avrebbe mai restituito.

Quando lui mi guardava, il mio primo amore, sentivo qualcosa che non avrei mai più riprovato. Nessun altro ci è andato vicino. Nessun altro mi ha fatto ridere come lui, né sorridere in quel modo, nessun altro mi ha fatto sentire così bene. Tutto ciò che passava per la sua testa sembrava essere assurdo; era imprevedibile. Poteva farmi morire di gioia e un attimo dopo farmi scoppiare in lacrime. Ci vollero anni perché cambiasse completamente, ma io ancora amavo la sua imprevedibilità e non l’avrei mai dimenticata.

Adesso appartengo a qualcun altro, pensai, aggrappandomi alla mano del mio ragazzo. Camminavamo sul ponte insieme, a braccetto. Era uno dei posti più famosi a Corfù, il posto dove le persone si recavano per vedere gli aerei volare bassi, proprio sopra le loro teste. Il ponte era calmo e rassicurante e mi permetteva di vagare nei miei pensieri.

Guardare gli aerei decollare mi regalava un dolce sentimento di libertà. Potrei prenderne uno, pensai, potrei trovarlo di nuovo. Tutto sembrava possibile su quel ponte.

el frattempo…

Dall’altro lato del ponte, una coppia sembrava essere lì per un appuntamento. Anche loro sembravano essere felici. L’uomo, bello e dal fascino esotico, abbronzato, prese la mano di lei e le baciò il polso.

“Sei bellissima,” disse. Lei sorrise, ma lui continuò a cercare nei suoi occhi marroni un lampo di vera felicità.

Sembrava sempre lo stesso, quando la faceva ridere o addirittura quando non le faceva sentire niente; ogni volta lei le sembrava un’estranea.

Erano abituati a svegliarsi insieme tutte le mattine solo per riaddormentarsi abbracciati. Lo faceva stare bene, lo faceva sentire sicuro, era una storia semplice. Perché tutto era semplice con lei, raramente c’erano conflitti ma mai, scintille di passione le illuminavano gli occhi. Mi sono affezionato in modo disperato a una persona completamente assente.

uegli occhi che brillano

All’improvviso la sua memoria lo riportò al passato e vide gli occhi di un’altra. Qualcuna la cui passione era innegabile: il suo amore originale i cui occhi, quando rideva, diventavano di un colore speciale. Avevano un bagliore che lo colpiva così in profondità da fargli girare la testa. Non aveva mai incontrato nient’altro del genere. Non aveva mai incontrato nient’altro del genere. I suoi occhi sembravano riflettere la sua anima, così innocente, così docile.

A quei era tempi era tutto così diverso. Quella ragazza era piena di luce. Tutte le volte che la faceva ridere, sentiva i brividi lungo il corpo. Niente era facile con lei e i con i suoi pensieri, tutto era un rischio, come stare costantemente in equilibrio sull’orlo di un precipizio. Non sai mai cosa può succedere quando salti dentro l’abisso.

on c’è modo di tornare indietro

Non riusciva a capire perché continuava a capire perché continuava a pensare a lei. Tutto andava per il meglio e la loro relazione era finita molto tempo prima; da lì in poi c’erano state varie ragazze. Perché pensava ancora a lei? La sua figura, il suo odore, la sua voce. Erano ancora vivi nella sua memoria, come fosse stata lì il giorno prima.

Adesso stava con una persona che le piaceva, una ragazza con cui si sentiva a suo agio. Avrebbe dovuto cancellare tutti gli altri pensieri che non la riguardassero, non era giusto nei suoi confronti provare emozioni così forti.

La sua fidanzata lo prese a braccetto non appena arrivarono sul ponte per ammirare una delle attrazioni più straordinarie dell’isola di Corfù: un aereo atterrare a un braccio di distanza.

n breve momento mozzafiato

Due coppie attraversavano il ponte dai due lati opposti. Tutto accadde in un brevissimo istante.

I loro occhi. Due persone su quattro provarono lo stesso, indiscutibile, tremito.

Tutti i turisti erano distratti dallo scattare fotografie, aspettando con entusiasmo il prossimo aereo. Erano troppo occupati per prendere parte a un momento così importante nella vita di due persone. Un gruppo di ragazzi del posto si fece largo a spintoni attraverso la folla, infastiditi dai turisti che gli intralciavano il passaggio.

Un aereo passò vicino; il suo rumore assordante rimbombò sul ponte e attiro l’attenzione di tutti. L’attenzione di tutti tranne che dei due amanti perduti. I due che erano destinati ad essere lì.

Si fissarono negli occhi, senza neanche respirare. Era passato così tanto tempo ma entrambi erano lì, in mezzo a quel ponte, con due persone diverse.

Lacrime riempirono i loro occhi; com’era possibile? Le mani di entrambi lasciarono le mani che stringevano. Un gesto involontario. Nient’altro importava in quel momento. Parole e promesse date ad altri non avevano più alcun valore. I loro pensieri vagavano in altri luoghi e per un instante, la memoria sostituì la realtà.

Subito entrambi sentirono il rumore del mare. Rumore che proveniva da un ricordo speciale che avrebbero sempre condiviso.

empre?

Successe anni prima, quando erano felici e innamorati: lui la sollevò e la lanciò in acqua, lei rideva e gli urlava contro, lui non poteva resistere alla dolcezza della sua risata; portò la mano sui suoi capelli e la baciò intensamente, quando si staccò lei aprì gli occhi e sorrise.

“Mi stai mettendo alla prova.” Il suo tono era provocante e giocoso.

“Lo farò sempre,” rispose lui, fissandola. Se solo sapesse quant’è bella, pensò.

“Sempre?” disse lei, poggiando la testa sulla spalla con un’espressione dubbiosa.

Adesso era lei che lo metteva alla prova.

“Sempre. Non importa se proveremo a dimenticarci o se la vita ci separerà, saremo insieme per sempre.” Si fermò e portò la mano sulla guancia bronzea di lei. “Sei il mio primo amore. Il mio vero amore. Sarai per sempre l’unica per me.”

Lei non riuscì a trattenere le lacrime. Sapeva che non mentiva ma non voleva separarsi da lui; se se ne fosse andato, si sarebbe portato via tutta la luce dentro di lei. Avrebbe perso una parte di sé stessa.

l destino lo sa meglio

Tornati sul ponte, la fidanzata dell’uomo ridacchiava verso l’aereo, innocente come un bambino. Lui, nel mentre, fissava gli occhi del suo vero amore che stava in piedi là di fronte, con la tristezza negli occhi, ma, essi avevano ancora quella scintilla che l’aveva fatto innamorare.

La bocca di lei rimase aperta, incredula. Ogni singola parola che lui le aveva detto anni prima era vera. Per quanto avrebbero potuto provarci non erano in grado di rimpiazzarsi, sarebbe stato inutile.

Le loro anime erano destinate a stare insieme. Se provavano tutte queste emozioni in una manciata di secondi, c’era altra spiegazione?

Non ci sarà mai una ragione che avrebbe spiegato il perché avevano vissuto questi preziosi momenti. A volte, la vita te li regala, tirandoteli addosso. I fuochi d’artificio non durano a lungo ma a volte sono più luminosi di quanto si saremmo aspettati.

l vero amore non può essere sostituito

Sfortunatamente questo momento non durò per sempre. L’aereo atterrò e i due amanti si superarono, continuando per le loro strade separate.

Forse un giorno la vita li rimetterà insieme.  Forse questo incontro conferma che i loro destini sono intrecciati. O forse continueranno a sopprimere i loro veri sentimenti e a cercare di convincere loro stessi delle bugie che proiettano su altre persone.

About The Artist
Teodora Dimitrova

Teodora è un’artista autodidatta dalla Bulgaria. Ha sempre creduto che il proprio scopo nella vita fosse portare la bellezza nel mondo con la sua arte. La sua maggiore ispirazione è la natura: tutte le forme e i colori create dalla magia divina. Nella sua opera punta a catturare istanti di emozioni, sentimenti, bellezza che trasportino lo spettatore all’indietro nel tempo fino alle sue più tenere memorie interiori. I suoi dipinti sognanti irradiano luce e gioia .

 

Teodora punta a creare un’arte esteticamente piacevole che ispiri e faccia sognare gli altri. Spera che l’energia positive che immette nelle sue opere raggiunga ed arricchisca altre anime creative.

About The Writer
Love stories Novelist Tanya
Scrittrice
Pen Name: TATYANA

Tatyana è un’aspirante scrittrice che cerca di aggiungere una goccia del suo speciale cocktail di amore e magia in ogni riga che scrive. Crede nelle storie che racconta e vuole dimostrare al mondo che i sogni dovrebbero diventare realtà. La sezione “Love Stories” raccoglie dei brevi racconti di viaggio ispirati dagli abitanti di Corfù e dagli incredibili ospiti del Bella Vista.

I ringraziamenti speciali della scrittrice vanno al bel tempo, al mare e all’ispirazione datole da quest’isola da sogno, alle esperienze personali e all’influenza delle persone più vicine a lei. “Corfù e il Bella Vista hanno completamente ribaltato la mia vita” dice Tatyana, “e di questo gli sarò per sempre grata.”

You Might Also Like
Quando sarà il momento, l’amore ti troverà 15 Giu, 2022

Se leggerai questa storia una volta, penserai che riguardi una relazione tra un uomo e una donna, un ragazzo e una ragazza: due persone sole i questo enorme mondo. Se la leggerai due volte, forse raggiungerà il tuo cuore, penetrando sempre più in profondità. È…

Dopo aver incontrato il vero amore, il cuore sarà in trappola per sempre… 22 Giu, 2022

Esiste solo una cosa al mondo che non può essere cambiata. Nonostante ciò le persone provano e si affannano perché questo sia possibile. Tutti quanti sono convinti di avere il pieno controllo sule proprie vite e di essere in grado che tutto vada come desiderano….

Tramonto a Delfi Loves Stories 29 Giu, 2022

ncontrai Aglaia durante il mio primo giorno a Delfi; mi aspettava a braccia aperte alla fermata del bus, ammirando il panorama della vallata. Ci eravamo conosciuti ad Atene qualche anno fa e avevo ancora ben impressa nella memoria il tour dell’Acropoli, in cui lei mi…